Ti immagini se festeggiassi il Natale in costume da bagno e prendendo il sole sulla spiaggia? E se mangiassi 12 chicchi d’uva allo scadere della mezzanotte a Capodanno? Ogni Paese ha le sue tradizioni natalizie e sicuramente molte di esse le conosci già, ma ce ne sono altre che ti piacerà scoprire. A Okodia ci piace il Natale e vogliamo raccontarti alcune tradizioni natalizie che ti lasceranno a bocca aperta.

Le migliori tradizioni natalizie per Paese

Serbia: un “sequestro di persona” per ottenere i regali di Natale

In Serbia hanno una tradizione natalizia piuttosto speciale, soprattutto per quanto riguarda i regali di questo periodo. Due domeniche prima del 25 dicembre, i bambini di casa rapiscono la loro madre e la legano a una sedia per chiedere come riscatto i regali di Natale. Il giorno dopo ripetono la stessa operazione, ma con il padre. In altre culture potrebbe sembrare una tradizione un po’ strana, ma in Serbia è considerata una ragazzata.

Filippine: chi costruirà la lanterna più grande?

Nelle Filippine hanno la tradizione di celebrare il Festival delle Lanterne Giganti. Questo festival si svolge di solito il sabato precedente la vigilia di Natale. Vi partecipano più di una dozzina di paesi con l’obiettivo di costruire la migliore lanterna. La tradizione della costruzione di lanterne si è evoluta a tal punto che ora sono illuminate con lampadine e possono raggiungere un’altezza di 6 metri.

Giappone: un menù natalizio particolare

In Giappone, il Natale viene solitamente celebrato in maniera un po’ diversa rispetto al resto dei Paesi, dato che solo l’1% della popolazione è cristiana.   Ciononostante, il loro menù natalizio riesce a sorprendere gli altri Paesi. Infatti, in Giappone hanno la tradizione di mangiare pollo fritto del Kentucky il 23 e il 24 dicembre.

Nuova Zelanda: un albero di Natale vicino alla spiaggia

Mentre nei Paesi dell’emisfero nord il Natale ha molto a che vedere con la neve, a causa del periodo dell’anno in cui arriva, in Nuova Zelanda hanno una versione tutta loro dell’albero di Natale. Il Pohutukawa, come lo chiamano loro, fiorisce a dicembre, poiché per loro è primavera e di solito cresce lungo la costa. È caratterizzato da una fioritura di colore rosso vivo o pesca, quindi è associato ai colori natalizi.

Germania: i creatori del calendario dell’Avvento

La tradizione dei calendari dell’Avvento è più che consolidata nel mondo, ma… sapevate che sono stati i tedeschi a inventare questo tipo di calendari con l’intento di contare i giorni che mancano alla vigilia di Natale? Inoltre, dispongono di sette uffici postali di Natale ufficiali che si occupano di rispondere alle lettere che i bambini scrivono a Babbo Natale.

Groenlandia: ecco come si cantano i canti natalizi

In Groenlandia gli alberi di Natale sono decorati con candele e addobbi luccicanti. Inoltre, i bambini non solo cantano i canti natalizi davanti alle loro famiglie durante la cena, ma vanno di casa in casa cantando canti natalizi.

Grecia: camino acceso durante tutte le festività

In Grecia hanno l’abitudine di tenere il camino di casa acceso durante tutte le festività. Vuoi sapere perché? I greci fanno tutto il possibile per evitare che lo spirito maligno, conosciuto come Kallikantzaroi, entri nelle loro case. Come cercano di evitarlo? Spruzzando acqua benedetta su una croce e tenendo acceso il camino durante tutte le feste natalizie.

Svezia: dalle processioni al rogo della capra

Nonostante faccia parte dell’Europa, le tradizioni natalizie in Svezia sono molto diverse da quelle degli altri Paesi europei. Per cominciare, iniziano a celebrare queste feste il 13 dicembre, in occasione del giorno di Santa Lucia. Quel giorno celebrano processioni nelle quali sfilano bambine vestite di bianco e la donna che rappresenta Santa Lucia è adornata con delle candele. Santa Lucia deve illuminare le feste per gli svedesi. Inoltre, da metà del XX secolo, la Svezia ha la tradizione di installare una capra gigante nella piazza del castello di Gävle. L’intenzione è che il pubblico faccia tutto il possibile per bruciarla. Dicono che fino ad oggi la capra sia stata bruciata solo 26 volte.

¿Quale di queste tradizioni natalizie ti sorprende di più? Per noi è impossibile sceglierne una sola. 😉

Rocío González

Author Rocío González

More posts by Rocío González
Hai bisogno di un preventivo per una traduzione?
Mettiti subito in contatto con noi compilando questo modulo, e riceverai senza impegno il tuo preventivo di traduzione professionale nel più breve tempo possibile.